Login con

Cani

02 Aprile 2024

Al lavoro con il cane. UniBo: l’iniziativa del Dipartimento di Veterinaria

Al Dimevet, il Dipartimento di scienze mediche veterinarie dell’Università degli Studi di Bologna, studenti e personale dell’ateneo possono ora portare il proprio cane. L’animale però deve prima essere sottoposto a una visita, mentre il suo proprietario deve superare un corso di conduzione

di Redazione Vet33


Al lavoro con il cane. UniBo: l’iniziativa del Dipartimento di Veterinaria

Il Dipartimento di scienze mediche veterinarie (Dimevet) dell’Università di Bologna, consapevole dei “benefici psicologici e pratici legati alla possibilità di non interrompere il legame affettivo fra cane e proprietario sul luogo di lavoro e di studio” ha avviato un progetto della durata di due anni per regolamentare l’accesso dei cani del personale e degli studenti all’interno del Dipartimento.


L’iniziativa
Il progetto prevede che il cane sia sottoposto a una visita gratuita presso l’Ospedale universitaria e che il proprietario consegua il patentino attraverso corsi gratuiti forniti dal Dimevet dell’Ateneo bolognese. Le basi sui cui poggia l’iniziativa sono due:
● i “benefici psicologici e pratici” che derivano dal passare del tempo insieme al proprio animale domestico, anche se sul luogo di lavoro e di studio;
● la consapevolezza che “gli aspetti di biosicurezza ed igienico-sanitari impongono il rispetto di precise norme sulla conduzione di cani nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico”.
Con queste consapevolezze, il Dipartimento di Veterinaria di Ozzano ha avviato un progetto sperimentale di 2 anni per regolamentare l’accesso dei cani di proprietà di personale strutturato e non strutturato e di studenti all’interno delle strutture del Dipartimento stesso. Chiunque può partecipare al progetto, contribuendo alla gara di sponsorizzazione attraverso la “messa a disposizione di sistemi identificativi per i cani autorizzati, come le bandane o le targhette” oppure con un contributo economico per l’organizzazione dei corsi di conduzione, l’installazione di torrette per la distribuzione di sacchetti destinati alla raccolta delle feci, il materiale per identificare le zone dedicate.
A chi si fa avanti il Dipartimento garantirà la visibilità (denominazione e logo) negli strumenti di promozione del progetto (sito e social del dipartimento stesso) e sugli strumenti utilizzati. Le proposte di sponsorizzazione saranno valutate da una commissione e i risultati saranno pubblicati sul sito web.

“Nella nostra e in molte altre facoltà in Italia e nel resto del mondo, i dipendenti molto volentieri portano il cane sul posto di lavoro” ha dichiarato Giuliano Bettini, Direttore del dipartimento. “E anche gli studenti seguono questo filone: è un privilegio poter portare il cane in dipartimento. Abbiamo deciso di regolamentare la questione, avviando il progetto. Le persone – ha proseguito il professor Bettini – sono maggiormente di buon umore e questo permette un miglioramento anche del benessere lavorativo. L’animale sarà sottoposto a una visita clinica gratuita nell’ospedale universitario, per assicurarsi che sia sano e abbia di conseguenza le vaccinazioni e la profilassi antiparassitaria. In questo iter, si verificherà anche l’indole dell’animale”. Inoltre, ha aggiunto Bettini “abbiamo organizzato dei corsi che rilasciano un patentino ai proprietari per la conduzione dell’animale. Il primo è in programma per venerdì 12 aprile. Al momento i corsi sono rivolti ai dipendenti e agli studenti del dipartimento, ma successivamente saranno aperti anche alla cittadinanza: il sindaco di Ozzano ne è molto contento”.

CITATI: GIULIANO BETTINI
TAG: CANE, DIMEVET, PET THERAPY, UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BOLOGNA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Due pazienti provenienti da Brasile e Cuba sono risultati positivi al virus Oropouche, grazie a un test diagnostico innovativo che è stato sviluppato dall’Ospedale Sacco di Milano. A livello...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

L’accesso al primo livello dirigenziale del Sistema Sanitario Nazionale dei medici veterinari convenzionati è stato proposto come ordine del giorno in Senato

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Un’ indagine Coldiretti/Ixè rivela che sono in aumento gli italiani proprietari di animali che quest’anno viaggeranno con i propri pet. Gli agriturismi si confermano tra le strutture più...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Si è definitivamente insediato il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia: Barreca Presidente, Licitra Vicepresidente, Di Gaudio Direttore Generale per il...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

4 innovativi oli nella linea Immunis di FidOVet

4 innovativi oli nella linea Immunis di FidOVet

A cura di Fidovet

La Commissione Europea ha approvato un nuovo prodotto iniettabile per il trattamento contro pulci e zecche persistenti nei cani

A cura di Redazione Vet33

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top