Login con

Professione

30 Aprile 2024

Università, novità per Veterinaria. Tempi e modalità per riforma numero chiuso. Quest’anno resta il test

Le nuove norme che prevedono l’ingresso per tutti e senza tetti, andando a superare l’attuale test di ammissione a Medicina Veterinaria, arriveranno entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge delega. Ecco le ultime novità 

di Redazione Vet33


Università, novità per Veterinaria. Tempi e modalità per riforma numero chiuso. Quest’anno resta il test

È una legge delega, quella che supererà l’attuale test di ammissione a Medicina e chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria e Medicina veterinaria, nonché i ricorsi ai Tar dei candidati non ammessi. In altre parole, il disegno di legge 915, in esame presso la Commissione Istruzione in Senato, sarà la base per le proposte emendative e i futuri ordini del giorno. Le norme che prevedono l’ingresso per tutti e senza tetti a Biotecnologie mediche o a Scienze Motorie, un semestre comune con tre materie apprendibili online, e infine il test di Medicina-Odontoiatria-Veterinaria, arriveranno nell’arco di 12 mesi dall’entrata in vigore della legge delega, quindi nel 2025.


La bozza di legge 
La bozza di legge delega fa l’inventario di ciò che manca per formare i 60mila pretendenti all’esercizio delle professioni mediche. Il Governo dovrà fare in modo che l’iscrizione al semestre iniziale, comune, sia libera. Dovrà stabilire le materie da superare, non necessariamente anatomia, fisica medica e biologia previste nel ddl 915 e nei suoi “omologhi”. Dovrà dettare regole per il riconoscimento dei crediti formativi dei corsi del primo semestre sia per chi accede a Medicina-Odontoiatria-Veterinaria, sia per chi, non passati gli esami, prosegue in diverso corso. Inoltre, dovrà individuare le modalità per rendere sostenibile il numero complessivo di iscrizioni al secondo semestre dei corsi di studio “MOV”, anche ampliando la recettività degli atenei; allineare il contingente degli immatricolati ai posti disponibili per l’accesso alle specializzazioni post lauream; introdurre un sistema di monitoraggio dei fabbisogni del personale del Servizio sanitario; curare la gratuità dell’iscrizione; prevedere che la formazione teorico-pratica si svolga a guida di tutor individuati tra medici ospedalieri pubblici e privati e degli Irccs. Prima della maturità, alle scuole superiori andrebbero organizzati percorsi di orientamento con gli ordini delle professioni sanitarie prevedendo magari tirocini. Ci sono poi critiche specifiche ai contenuti del ddl 915. Ad esempio, su come prima del test lo studente dovrebbe indicare eventuali corsi di “riserva” da scegliere se non approda a quello preferito, sulla possibilità per gli studenti bocciati di ripetere il test. E non piace la novità secondo cui a pari punteggio passa chi già vive nella città dell’università prescelta.

La prova di ammissione 
Intanto, mentre il Senato discute, quest’anno i due test di ammissione previsti il 29 maggio e il 31 luglio si svolgeranno regolarmente con le regole fissate dal Ministero dell’Università e i candidati potranno partecipare ad entrambi, iscrivendosi online. Si dovrà rispondere in 100 minuti a 60 domande a risposta multipla (ciascuna con 5 opzioni di risposta), estratte da una banca dati di 7mila quesiti: i primi 3.500, con le risposte esatte, saranno pubblicati sul sito https://accessoprogrammato.mur.gov.it/2024/ entro una settimana, i secondi 3.500 arriveranno ai primi di luglio.
Per la prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in medicina veterinaria, ci saranno: 4 quesiti di competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi; 5 di ragionamento logico e problemi; 19 di biologia; 19 di chimica; 13 di fisica e matematica.
I candidati saranno idonei all’ammissione se ottengono un punteggio minimo di 20 punti (arrivano 1,5 punti per ogni risposta esatta; ne vengono tolti 0,4 per risposta errata; 0 punti per le risposte omesse). Saranno ammessi se rientrano negli oltre 14mila posti messi a disposizione dal Ministero dell’Università. Per l’inserimento in graduatoria si potrà utilizzare il migliore dei risultati conseguiti nelle due sessioni.

TAG: FORMAZIONE, MEDICINA VETERINARIA, NUMERO CHIUSO, TEST D'INGRESSO, UNIVERSITà

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/06/2024

Unaitalia ha annunciato la riconferma di Antonio Forlini alla Presidenza per il triennio 2024-2027, con un impegno verso la sicurezza alimentare e il dialogo basato su evidenze scientifiche

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cardiff ha trovato livelli significativi di Pfas nelle lontre, anche se tali sostanze sono state regolamentate, sollevando preoccupazioni sugli impatti...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi hanno segnalato 15 casi di infezioni da Salmonella in 9 diversi Stati americani, con il 60% che coinvolge bambini sotto i 5...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

La teleradiologia sta trasformando la diagnostica per immagini? Sarà possibile realizzare un futuro di collaborazioni a distanza? Quali carenze restano ancora da colmare? La dottoressa Annalisa...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Thermochip Mini e Suresense Microchip Reader, per un monitoraggio tecnologico

Thermochip Mini e Suresense Microchip Reader, per un monitoraggio tecnologico


Gocce oftalmiche ad azione lenitiva e lubrificante da utilizzare in tutti i casi di occhio rosso di cani e gatti, per una pronta azione umettante e un benessere prolungato.

A cura di Innovet

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top