Login con

Alert sanitari

04 Dicembre 2023

Influenza aviaria, Veneto: il virus ha raggiunto il Veronese

Un altro caso di influenza aviaria ad alta patogenicità, questa volta in provincia di Verona, ha spinto il Ministero della Salute a richiamare sulla scrupolosa applicazione delle misure di biosicurezza

di Redazione Vet33


Influenza aviaria, Veneto: il virus ha raggiunto il Veronese

Dopo i primi focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità registrati nel comune di Sant’Urbano, un nuovo episodio si è verificato a Minerbe, in un allevamento di circa 13.400 tacchini da carne. Il Comune, situato nella provincia veronese, si trova già all’interno delle Zone di Ulteriore Restrizione (Zur) istituite il 20 novembre dalla Regione Veneto. Il caso è stato confermato dal Centro nazionale di referenza per l’Influenza aviaria dell’Izs delle Venezie e sono già state completate le misure di abbattimento.

In una nota, il Ministero della Salute ha richiamato l’attenzione sull’innalzamento del livello di rischio e ribadito ulteriormente la necessità di adottare in maniera scrupolosa le misure di biosicurezza previste dal Dm 30 maggio 2023 in considerazione della rapida evoluzione della situazione epidemiologica della malattia che “ha fatto la sua comparsa in una zona ad elevata densità e alto rischio”. Inoltre, il Ministero ha precisato che l’allevamento colpito era già stato sede di un focolaio di HPAI nel 2021.
La situazione resta preoccupante anche per le ricadute economiche sulle aziende avicole colpite e su quelle coinvolte nella Zona di Protezione o nella Zona di Sorveglianza, le quali chiedono alla Regione Veneto e al Governo di adoperarsi per sostenerle. Tra le richieste vi sono un’accelerazione delle tempistiche di ristoro dei danni, finanziamenti a tasso agevolato (in attesa della liquidazione dei danni) e la sospensione delle rate dei mutui almeno per la durata dei focolai.

TAG: FOCOLAIO, H5N1, HPAI, INFLUENZA AVIARIA, INFLUENZA AVIARIA HPAI, IZS DELLA SICILIA, MINISTERO DELLA SALUTE, REGIONE VENETO, VERONESE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Uno studio compiuto da diversi ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia-Romagna dimostra una diffusa presenza di ...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

In Brasile i casi segnalati da inizio 2024 hanno superato il milione. Sabato 02 marzo è previsto un “D-Day” per informare la popolazione su come difendersi...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Il Gruppo di lavoro sul Benessere Animale della World Veterinary Association ha pubblicato un Documento con le indicazioni per la gestione e il controllo di...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Un libro che si concentra sui problemi specifici del tratto digerente del gatto con un approccio fortemente clinico, ma senza dimenticarsi dei contributi delle...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

A cura di Camon

Tutta la filiera è in affanno: la crisi energetica si ripercuote a cascata. E per il futuro si ipotizza un calo strutturale della domanda di farmaci. Timori...

A cura di C. Ignaccolo

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top