Login con

Professione

09 Febbraio 2024

Specialistica ambulatoriale, sottoscritta Ipotesi ACN triennio 2019-2021

È stata sottoscritta l’ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale della specialistica convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale per il triennio 2019-2021. Previsti adeguamenti per integrare gli specialisti nel PNR, più tutele al lavoro femminile e sostegno agli incarichi a tempo pieno

di Redazione Vet33


Specialistica ambulatoriale, sottoscritta Ipotesi ACN triennio 2019-2021

Mercoledì 07 febbraio si è svolto un incontro tra l’Agenzia per la contrattazione regionale (SISAC) e le organizzazioni sindacali della Specialistica Ambulatoriale, Veterinaria e delle altre Professionalità Sanitarie (Biologi, Chimici, Psicologi). Al termine, le parti hanno sottoscritto un’ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale relativa al triennio 2019-2021. Si tratta del primo testo negoziale del settore della specialistica convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale che giunge a conclusione di trattativa. L’Accordo contiene adeguamenti per integrare gli specialisti nelle strutture in fase di realizzazione con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), tutele al lavoro femminile e sostegno per gli incarichi a tempo pieno.

L’Accordo
In particolare, la disciplina negoziale acquisisce, con questo Accordo, adeguamenti finalizzati all’integrazione degli specialisti nelle strutture in fase di realizzazione con il PNRR, presentato dal Governo alla Unione Europea nell’ambito del Programma Next Generation EU (NGEU) ed in linea con quanto previsto anche dal DM 77/2022 per lo sviluppo dell’assistenza territoriale del SSN: Case della Comunità, Ospedali di Comunità, Centrali Operative Territoriali.
Le Aziende sanitarie e gli altri Enti del SSN, il cui personale è interessato dal nuovo ACN, trovano in questo atto negoziale una declinazione del ruolo del medico e del professionista convenzionato, maggiormente orientata ad un’assistenza sempre più basata su un modello organizzativo multidisciplinare.
Con i medici di medicina generale, lo specialista partecipa alla gestione delle patologie croniche ed alla attività di assistenza domiciliare integrata e nelle strutture residenziali.
In tale ottica sono esplicitati anche i riferimenti all’utilizzo della telemedicina, attraverso la quale condividere con gli altri operatori sanitari coinvolti e con il Distretto la programmazione dei percorsi di assistenza e di presa in carico dei pazienti (in particolare cronici).
Si adeguano ed estendono alcune garanzie di tutela del lavoro femminile.
L’ipotesi di ACN sottoscritta consente alla categoria di affrontare le nuove sfide prospettate con uno strumento contrattuale aggiornato e dinamico, nonché coerente con l’attuale quadro di programmazione sanitaria.
Inoltre, ancora una volta, viene data centralità alla razionalizzazione delle procedure di accesso agli incarichi. Si confermano i percorsi avviati nei previgenti Accordi di sostegno e investimento per incarichi affidati ed assunti a tempo pieno presso un’unica Azienda.
Con la firma, infine, si erogano le risorse economiche del triennio 2019-2021 messe a disposizione dalle leggi di bilancio e che a regime garantiscono un incremento pari al 3,78% agli oltre 17.000 operatori di settore che complessivamente erogano 23 milioni di ore annue al servizio della collettività.

“La firma dell’Accordo Nazionale per la specialistica ambulatoriale presso la Sisac per il triennio 2019-2021 è un altro importante riconoscimento per le professionalità del nostro Servizio Sanitario Nazionale” ha dichiarato il Presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità, Marco Alparone. “È un accordo che riguarda oltre 17mila professionisti che operano nella medicina convenzionata, raggiunto in un contesto non semplice, che richiede politiche idonee a creare un sistema sanitario più integrato ed efficiente per rispondere meglio alla riforma della medicina del territorio”.  

CITATI: MARCO ALPARONE
TAG: ACN, SISAC, SPECIALISTICA AMBULATORIALE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Walter Ricciardi ha esposto un’analisi sui dati oggettivi riguardanti l’aumento delle temperature globali e l’impatto dei gas serra. Biodiversità, ghiacciai e livello del mare, scomparsa di...

A cura di Redazione Vet33

12/07/2024

Il Wwf ha denunciato l’esaurimento delle risorse ittiche del Mediterraneo per il 2024, evidenziando la necessità di un consumo sostenibile. Tra le cause, sovrasfruttamento e crisi climatica

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

In Cambogia salgono così a 7 i casi umani di influenza aviaria H5N1 registrati finora da inizio 2024. In Germania, vicino al confine olandese, è stato invece segnalato un focolaio di influenza...

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

Per il prossimo anno accademico 2024-2025, il Ministero della Salute ha aumentato il fabbisogno di laureati magistrali a ciclo unico in Medicina veterinaria a 1.317 unità, 69 in più rispetto...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Pralinery, una nuova linea di snack a base di carne di suino

Pralinery, una nuova linea di snack a base di carne di suino

A cura di Camon

La pandemia è stata un catalizzatore importante del boom del mondo pets, ma il fenomeno si sta rivelando più strutturale, grazie al deciso supporto di...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top