Login con

Animali selvatici

07 Febbraio 2024

Trentino, abbattuto l’orso M90. Protestano gli animalisti

Nel pomeriggio di mercoledì 06 febbraio è stato eseguito il Decreto firmato dal Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, che ordinava l’abbattimento dell’orso M90, ritenuto troppo pericoloso. L’abbattimento è avvenuto con il permesso e il supporto scientifico dell’Ispra

di Redazione Vet33


Trentino, abbattuto l’orso M90. Protestano gli animalisti

Nella giornata di mercoledì 06 febbraio, la Provincia autonoma di Trento ha reso noto che era già stato eseguito il Decreto firmato nella stessa mattinata dal Presidente Maurizio Fugatti, che prevedeva il prelievo dell’esemplare di orso M90 tramite abbattimento. Numerose le proteste contro il provvedimento.


La vicenda
Dopo che diverse azioni di dissuasione (utilizzo di cani, munizioni in gomma, dardi esplodenti, luci e rumori) sono state portate a termine senza che venissero notati dei cambiamenti nell’atteggiamento del plantigrado, il Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha firmato un Decreto che prevedeva il prelievo dell’orso tramite abbattimento. Nel pomeriggio di mercoledì, dunque, una squadra del Corpo forestale del Trentino è entrata in azione. Seguendo le tracce del radiocollare di cui era munito, i forestali hanno individuato l’animale in una zona di montagna della bassa val di Sole e hanno proceduto all’abbattimento utilizzando un solo proiettile calibro 300 ad espansione.

“M90 era un animale pericoloso, secondo la scala di problematicità riportata nel Piano d’azione interregionale per la conservazione dell’orso bruno sulle Alpi centro-orientali, alla luce della sua eccessiva confidenza e frequentazione di aree urbane e periurbane” si legge in un comunicato provinciale. “Più volte aveva seguito intenzionalmente le persone. L’episodio culmine lo scorso 28 gennaio, quando aveva seguito una coppia di escursionisti per oltre mezzo chilometro lungo una strada forestale nel comune di Mezzana. L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) aveva confermato la necessità di rimuovere l’orso M90 al più presto.”

L’intervento del Ministro dell’Ambiente
“La soppressione non può essere l’unica alternativa” ha commentato Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica. “Se quanto fino ad oggi messo in campo con la provincia di Trento non è stato sufficiente, l’impegno da parte di tutti deve essere quello di moltiplicare gli sforzi per individuare ogni soluzione possibile a garantire una convivenza pacifica nei territori. Ho nuovamente mobilitato tutte le strutture che fanno capo al Ministero per definire una strategia tempestiva in cui, lo ripeto, l’abbattimento deve essere davvero la soluzione estrema”.

Le proteste degli animalisti
“Una politica miope e nemica degli animali quella della Pat, che non tutela la biodiversità. Abbiamo sperato fino all’ultimo in un ripensamento, in considerazione della speciale protezione di cui gode la specie anche a livello europeo e nel rispetto dell’articolo 9 della Costituzione che tutela la biodiversità, ma il presidente Fugatti è stato sordo anche alle istanze dell’opinione pubblica che vorrebbe un Trentino amico degli animali” ha replicato l’Organizzazione internazionale per la protezione degli animali (Oipa).

“È iniziata ufficialmente la strage degli orsi trentini a firma del Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti: a due ore dalla pubblicazione del decreto di uccisione, è arrivata la notizia che la condanna a morte di M90 era già stata eseguita” si legge in un comunicato della Lav (Lega AntiVivivsezione).

“Si tratta di una vera e propria esecuzione, e i tempi ristretti tra pubblicazione del Decreto e notizia di esecuzione della condanna ci fanno pensare che mentre Fugatti firmava l’uccisione, le carabine erano già fumanti” ha dichiarato Massimo Vitturi, responsabile Lav, che ha aggiunto “tutto questo è stato studiato a tavolino per impedirci di intervenire in difesa di M90, un giovane orso di appena 3 anni, da poco indipendente dalla madre. Ci è stato impedito di difendere M90 ricorrendo al TAR contro la sua condanna a morte, ma non ci fermeremo”.

CITATI: GILBERTO PICHETTO FRATIN, MAURIZIO FUGATTI
TAG: ABBATTIMENTO, CARABINIERI FORESTALI, ISPRA, ORSO, PLANTIGRADI, PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Uno studio compiuto da diversi ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia-Romagna dimostra una diffusa presenza di ...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

In Brasile i casi segnalati da inizio 2024 hanno superato il milione. Sabato 02 marzo è previsto un “D-Day” per informare la popolazione su come difendersi...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Il Gruppo di lavoro sul Benessere Animale della World Veterinary Association ha pubblicato un Documento con le indicazioni per la gestione e il controllo di...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Un libro che si concentra sui problemi specifici del tratto digerente del gatto con un approccio fortemente clinico, ma senza dimenticarsi dei contributi delle...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

INTESTINAL COLON FASE 1 con Agnello e Sorgo Bianco ad alta digeribilità

INTESTINAL COLON FASE 1 con Agnello e Sorgo Bianco ad alta digeribilità

A cura di SANYpet

Una nuova sinergia che proietta il gruppo creatore del concept PetFARM, verso la produzione di pet food d’eccellenza.

A cura di PetFARM

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top