Login con

Alert sanitari

31 Gennaio 2024

Peste suina africana, un caso in provincia di Parma. Chiesto intervento tempestivo

È stata trovata una carcassa di un cinghiale selvatico infetto da Peste suina africana nel comune di Tornolo (Parma). Assosuini: “Abbattere quanti più cinghiali possibili prima della stagione della riproduzione. Altrimenti a perire sarà il Made in Italy in tavola”

di Redazione Vet33


Peste suina africana, un caso in provincia di Parma. Chiesto intervento tempestivo

Lunedì 29 gennaio un caso di Peste suina africana è stato registrato a Tornolo, in provincia di Parma, in uno dei distretti agroalimentari più importanti del Paese. A rischio ora è l’intera filiera della carne fresca e lavorata, una parte importante dell’economia del territorio.


La situazione
È stato confermato il ritrovamento di un cinghiale selvatico morto a causa di Psa nel comune di Tornolo, segnalato da un cacciatore al servizio veterinario della Ausl di Parma. Si tratta del primo caso confermato in provincia di Parma, dopo quelli registrati a novembre vicino a Piacenza e a quelli presenti da gennaio 2022 nelle regioni limitrofe e in altre parti del Paese.

“La peste arriva così a bussare alla filiera del Prosciutto di Parma e anche un solo caso può portare a una quarantena della durata di anni. Distruggendo, di fatto, il Made in Italy in una delle produzioni di maggiore successo a livello mondiale” ha commentato Elio Martinelli, presidente di Assosuini. “Abbiamo ancora una possibilità, forse l’ultima per una campagna di abbattimenti a tappeto prima della stagione della riproduzione”.

Il ritrovamento allarma molto la produzione alimentare del settore, una delle zone di maggior pregio e indotto economico del Paese, che vede coinvolta un’imponente filiera produttiva. Da qui, per esempio, proviene il Prosciutto di Parma.

“La peste suina africana è arrivata a sfiorare uno dei distretti agroalimentari più importanti del Paese, mettendo a rischio l’intera filiera della carne fresca e lavorata, cioè buona parte dell’economia del territorio. Il Commissario straordinario deve agire rapidamente, d’intesa con il Governo e con le Regioni coinvolte” ha affermato il vicepresidente del Senato Gian Marco Centinaio, responsabile del dipartimento Agricoltura e Turismo della Lega.

Le indicazioni dell’Ausl
Alla luce della situazione epidemiologica attuale è importante che gli allevamenti innalzino al massimo il livello di biosicurezza, specifica l’Ausl. Nel Comune erano già in vigore misure straordinarie di sorveglianza e la Regione aveva altresì previsto e destinato molte risorse nei mesi scorsi per contrastare la diffusione della malattia. Sarà ora aumentato l’impegno per sostenere gli investimenti che le aziende intendono realizzare mediante bandi rivolti all’innalzamento della biosicurezza negli allevamenti e alla consulenza e formazione degli operatori del settore.
Poiché per potere controllare la Psa è necessario identificarne precocemente tutti i casi, sia all’interno delle zone dove il virus sta circolando, sia nelle aree non ancora interessate, il presidente della Giunta regionale ha emesso un’ordinanza (142/2023) che obbliga chiunque veda una carcassa di cinghiale, ovunque essa si trovi, a informare il servizio veterinario dell’Ausl competente. Inoltre, per agevolare le attività di prevenzione e sorveglianza, la Regione ha istituito un numero unico regionale – 051.6092124 – che inoltra la chiamata all’Azienda usl competente per il territorio interessata dalla segnalazione.

CITATI: ELIO MARTINELLI, GIAN MARCO CENTINAIO
TAG: ASSOSUINI, PESTE SUINA AFRICANA, PROSCIUTTO DI PARMA, PROVINCIA DI PARMA, PSA, TORNOLO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/06/2024

Unaitalia ha annunciato la riconferma di Antonio Forlini alla Presidenza per il triennio 2024-2027, con un impegno verso la sicurezza alimentare e il dialogo basato su evidenze scientifiche

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cardiff ha trovato livelli significativi di Pfas nelle lontre, anche se tali sostanze sono state regolamentate, sollevando preoccupazioni sugli impatti...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi hanno segnalato 15 casi di infezioni da Salmonella in 9 diversi Stati americani, con il 60% che coinvolge bambini sotto i 5...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

La teleradiologia sta trasformando la diagnostica per immagini? Sarà possibile realizzare un futuro di collaborazioni a distanza? Quali carenze restano ancora da colmare? La dottoressa Annalisa...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

StruviPet Plus, un aiuto naturale per le vie urinarie

StruviPet Plus, un aiuto naturale per le vie urinarie

A cura di Camon

Prende il via la collaborazione tra AniCura e LAV per fornire supporto nel nostro Paese ai cani e gatti delle persone rifugiate provenienti dall’Ucraina. ...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top