Login con
Dalle aziende

Cani

12 Dicembre 2022

Dolore da osteoartrite, l’efficacia di un protocollo di gestione multimodale

Associare PGA e curcumina a un FANS di riferimento non solo consente di gestire il dolore da osteoartrite, ma permette anche di limitare il dosaggio e la durata della somministrazione del farmaco antinfiammatorio.


Dolore da osteoartrite, l’efficacia di un protocollo di gestione multimodale

L’osteoartrite (OA) è un disordine cronico degenerativo, che compromette l’intero comparto articolare ed è la prima causa di dolore cronico nel cane. Oggi la migliore strategia terapeutica per il dolore da OA è la gestione multimodale, che associa misure farmacologiche e non, con l’obiettivo di controllare i processi patologici che avvengono nell’articolazione, pur mantenendo basso l’uso di farmaci antalgici. In quest’ottica, combinare ai FANS interventi nutrizionali rappresenta una promettente strategia.  

Palmitoil-glucosamina e curcumina: quali prospettive?

Nell’ottica di un intervento nutrizionale efficace, particolare interesse potrebbero avere la palmitoil-glucosamina (PGA) e la curcumina. La PGA, che è un’ALIAmide analoga alla PEA, ha mostrato interessanti potenzialità antalgiche in modelli preclinici di infiammazione e dolore. Mentre la curcumina, che è un polifenolo antiossidante, è stata utilizzata con successo in cani con OA. Inoltre, una combinazione co-micronizzata di PGA e curcumina (PGA-cur) ha fornito risultati promettenti nel dolore da OA, sia in prove sperimentali che in esperienze cliniche sul campo. Con lo studio che qui proponiamo, la professoressa Giorgia della Rocca del Centro di Ricerca sul Dolore Animale (CeRiDA) del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia ha voluto verificare se la supplementazione dietetica con PGA-cur in cani con dolore da OA riesca a mantenere nel tempo l’effetto antalgico di un FANS di riferimento utilizzato a dosi scalari.  

Il disegno dello studio

Lo studio, in due fasi, è stato effettuato su cani di almeno 1 anno, con diagnosi clinica e radiografica di OA e dolore cronico associato (durata superiore ai 3 mesi). Nella prima fase, gli animali sono stati trattati per 8 settimane con meloxicam a dose scalare (a partire da 0,1 mg/kg al dì) e PGA-cur (dose costante). I cani che hanno manifestato una riduzione del dolore dopo le prime due settimane (meloxicam a dose piena) e non sono peggiorati allo scalare della dose sono entrati nella seconda fase, dove assumevano solo PGA-cur (2 mesi e mezzo). La gravità del dolore è stata monitorata ogni due settimane, tramite visita clinica o intervista telefonica a carico del Servizio terapia antalgica (Dip. Med. Vet, Perugia).  

Il campione, l’identikit

Dei 42 cani che hanno risposto alle prime due settimane di FANS a dose piena, 23 erano maschi; il peso medio rilevato era 31 kg e l’età media 9 anni. Le razze più rappresentate erano: Labrador retriever (8 cani) e Pastore Tedesco (7 cani); a seguire il Cane Corso e il Golden retriever (3 esemplari per ciascuna razza). Il dolore è stato giudicato grave in tutti i casi e la zoppia è stata valutata da moderata a grave in oltre l’80% dei casi. Nel 90% dei cani è stato possibile scalare progressivamente la dose del FANS senza alcun peggioramento del dolore, fino a raggiungere il 25% della dose originale. Inoltre, nel 77% e 75% dei cani, si è potuto sospendere completamente il FANS, rispettivamente per 2 e 10 settimane, pur mantenendo un ottimale controllo del dolore.

L’effetto sul dolore

Il dolore è stato misurato tramite un questionario validato (HCPI[1]) e si è dimezzato nel corso dello studio, passando da 29 a 15 punti.  

L’effetto sulla zoppia

La distribuzione delle classi di gravità della zoppia si è modificata significativamente nel corso dello studio, con una netta riduzione dei casi con zoppia da moderata a grave e un corrispondente aumento di quelli senza zoppia o che al più la manifestano in forma lieve e saltuaria.

Conclusioni dello studio

Lo studio dimostra che associare PGA-cur a un FANS di riferimento consente di gestire il dolore da OA, limitando sensibilmente il dosaggio e la durata del farmaco antinfiammatorio. Inoltre, il protocollo multimodale si è dimostrato nel complesso sicuro e ben tollerato. Solo 8 cani hanno infatti manifestato eventi avversi (gastrointestinali e non gravi), nessuno dei quali è stato registrato durante il trattamento con solo PGA-cur.   Questi risultati sono particolarmente interessanti se si considera che: • il dolore da OA è un disordine cronico, che richiede conseguentemente trattamenti prolungati nel tempo; • i FANS, pur essendo il gold standard del trattamento antalgico, possiedono effetti collaterali dose- e tempo-dipendenti; • l’ALIAmide PGA e la curcumina hanno entrambe un ottimo profilo di sicurezza.

Si può dunque concludere che l’integrazione dietetica con PGA-cur è una strategia sicura ed efficace per mantenere a lungo termine l’effetto antalgico dei FANS in cani con dolore persistente associato ad osteoartrite.

[1] Helsinki Chronic Pain Index

TAG: ALIAMIDI, CURCUMINA, OSTEOARTRITE, PALMITOIL-GLUCOSAMINA, PEA, PGA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Walter Ricciardi ha esposto un’analisi sui dati oggettivi riguardanti l’aumento delle temperature globali e l’impatto dei gas serra. Biodiversità, ghiacciai e livello del mare, scomparsa di...

A cura di Redazione Vet33

12/07/2024

Il Wwf ha denunciato l’esaurimento delle risorse ittiche del Mediterraneo per il 2024, evidenziando la necessità di un consumo sostenibile. Tra le cause, sovrasfruttamento e crisi climatica

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

In Cambogia salgono così a 7 i casi umani di influenza aviaria H5N1 registrati finora da inizio 2024. In Germania, vicino al confine olandese, è stato invece segnalato un focolaio di influenza...

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

Per il prossimo anno accademico 2024-2025, il Ministero della Salute ha aumentato il fabbisogno di laureati magistrali a ciclo unico in Medicina veterinaria a 1.317 unità, 69 in più rispetto...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Amusi, petfood super premium

Amusi, petfood super premium

A cura di Amusi

L’importanza della prevenzione veterinaria al centro di uno spot tv e radio promosso da MyLav. Nel progetto anche la pubblicazione dell’app MyLav for Pets ...

A cura di Redazione Vet33

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top