Login con

Animali da Compagnia

28 Aprile 2022

Ucraina, da AniCura e Lav un’iniziativa per i pets dei profughi

Prende il via la collaborazione tra AniCura e LAV per fornire supporto nel nostro Paese ai cani e gatti delle persone rifugiate provenienti dall’Ucraina.


Ucraina, da AniCura e Lav un’iniziativa per i pets dei profughi

Per i prossimi tre mesi, le strutture italiane di AniCura forniranno prestazioni gratuite per tutti i cani e i gatti rifugiati in Italia con le proprie famiglie o portati in salvo e accolti da LAV.     Sarà la LAV, insieme ai suoi volontari delle Sedi locali, ad individuare i beneficiari e ad assisterli nel prendere contatto con le strutture veterinarie AniCura.   “Come AniCura siamo vicini alle persone che fuggono dal conflitto e ai loro pet. Gli animali da compagnia sono a tutti gli effetti membri delle nostre famiglie e in un contesto difficile come quello attuale, anche loro necessitano di essere supportati e tutelati, insieme ai loro proprietari” - commenta Stefano Caporali, Country Manager di AniCura Italia. “Oltre alle raccolte fondi che abbiamo attivato a livello di Gruppo a sostegno di diverse organizzazioni attive sul campo, vogliamo dare la possibilità di un aiuto concreto anche in Italia. Grazie alla nostra presenza capillare sul territorio e alla preziosa collaborazione con LAV, siamo sicuri di poter offrire un servizio utile a tutti coloro che ne avranno bisogno”.   “Fin dai primi giorni del conflitto, LAV è in prima linea con la sua Unità d’Emergenza nel portare aiuti sia ai confini ucraini che in Italia, attraverso l’assistenza diretta ai rifugiati che hanno portato in salvo i loro animali. Le famiglie assistite dai volontari LAV sono scappate dalla guerra con i loro cani e gatti perché li considerano parte della famiglia ma, avendo perso tutto, si trovano spesso a non poter provvedere ai loro bisogni – evidenzia Alessandra Ferrari, responsabile dell’area Animali Familiari LAV - Grazie alla preziosa collaborazione con AniCura possiamo aiutarli a prendersi cura di loro, garantendo accesso alle prestazioni veterinarie di cui necessitano.”



Foto credits: LAV

TAG: UCRAINA, ANICURA, LAV

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

23/02/2024

Il regolamento europeo sul benessere dei cani e dei gatti presentato lo scorso dicembre è ora all’esame del Parlamento italiano. Tra le prime osservazioni,...

A cura di Redazione Vet33

23/02/2024

Patrizia Prestipino è stata nominata Garante per il Benessere e la tutela degli animali di Roma Capitale

A cura di Redazione Vet33

23/02/2024

Il Ministro dell’Università e della Ricerca ha firmato il Decreto che definisce modalità e contenuti delle prove di ammissione al corso di laurea di...

A cura di Redazione Vet33

23/02/2024

Un manuale per medici veterinari non specializzati nelle malattie della colonna vertebrale e del midollo che guida con un approccio terapeutico integrato, tra...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Vettys Integra, un pieno di energia per Cani e Gatti

Vettys Integra, un pieno di energia per Cani e Gatti

A cura di Pharmaidea

Debutta Around the Table, progetto di comunicazione nato dalla collaborazione tra le principali associazioni di categoria della filiera zootecnica e il...

A cura di MSD Animal Health

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top