Login con

One Health

12 Aprile 2023

Perché la salute della fauna selvatica non deve passare in secondo piano

In ottica One Health, monitorare il benessere della fauna selvatica è fondamentale in quanto essa mantiene in equilibrio molti ecosistemi. Dalla WOAH un documento quadro per proteggere gli animali e preservare il futuro.


Perché la salute della fauna selvatica non deve passare in secondo piano

Anche la fauna selvatica può essere fragile ed esposta a pericolosi agenti patogeni. Diventa quindi fondamentale tenerla sotto osservazione per prevenire eventuali infezioni. La fauna selvatica, infatti, è essenziale per mantenere in equilibrio gli ecosistemi. Prendiamo per esempio i pipistrelli: visti per lo più come portatori di virus, essi svolgono invece un ruolo molto complesso in quanto disperdono i semi, sono anche impollinatori e si cibano di insetti dannosi In altri termini, le oltre 1.400 specie di pipistrelli che vivono sul pianeta svolgono un ruolo fondamentale e avvantaggiano enormemente gli esseri umani. La scomparsa di alcuni di queste specie rischia di avere a livello globale un forte impatto negativo. Ed ogni squilibrio ecosistemico è una falla in cui il rischio zoonotico si insinua facilmente. Complici le deforestazioni, il cambiamento climatico, il commercio illegale di specie protette, gli allevamenti intensivi e la resistenza antimicrobica.   Proprio con la finalità di indirizzare tutti i Paesi verso un monitoraggio attento e sistematico della fauna selvatica, la World Organization for Animal Health (WOAH) ha predisposto un documento ad hoc in cui stabilisce due precipui obiettivi:

1 gestire il rischio di comparsa e trasmissione di agenti patogeni;

2 ottimizzare i sistemi di sorveglianza rilevamento, notifica e gestione delle malattie della fauna selvatica.

In quest’ottica, precisa il documento, diventa fondamentale potenziare il ruolo e le competenze dei servizi veterinari, attenersi ad apposite linee guida nella gestione della fauna selvatica e promuovere l’importanza di un approccio one health che tenga conto delle esigenze di tutti gli animali.     

TAG: FAUNA SELVATICA, OIE, WOAH, ZOONOSI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Walter Ricciardi ha esposto un’analisi sui dati oggettivi riguardanti l’aumento delle temperature globali e l’impatto dei gas serra. Biodiversità, ghiacciai e livello del mare, scomparsa di...

A cura di Redazione Vet33

12/07/2024

Il Wwf ha denunciato l’esaurimento delle risorse ittiche del Mediterraneo per il 2024, evidenziando la necessità di un consumo sostenibile. Tra le cause, sovrasfruttamento e crisi climatica

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

In Cambogia salgono così a 7 i casi umani di influenza aviaria H5N1 registrati finora da inizio 2024. In Germania, vicino al confine olandese, è stato invece segnalato un focolaio di influenza...

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

Per il prossimo anno accademico 2024-2025, il Ministero della Salute ha aumentato il fabbisogno di laureati magistrali a ciclo unico in Medicina veterinaria a 1.317 unità, 69 in più rispetto...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

4 innovativi oli nella linea Immunis di FidOVet

4 innovativi oli nella linea Immunis di FidOVet

A cura di Fidovet

L'uso di prodotti per l'igiene orale progettati per rimuovere i batteri da più siti orali a cui di solito non si accede con lo spazzolino da denti (come la...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top