Login con

Animali selvatici

19 Ottobre 2022

Cambiamento climatico e conseguenze: ecco perché gli uccelli ‘perdono la voce’

Frequenze più basse e meno possibilità di comunicare con i propri simili: ecco in che modo il cambiamento climatico rischia di ‘zittire’ il canto degli uccelli.


Cambiamento climatico e conseguenze: ecco perché gli uccelli ‘perdono la voce’

Piogge più rade, siccità diffusa crescente aridità. Siamo sempre più consapevoli degli effetti (irreversibili) che il cambiamento climatico rischia di innescare. E tutto questo rischia di coinvolgere numerosi habitat faunistici. Come quelli riproduttivi di molti uccelli.   L'aumento dell'aridità, infatti, riduce le distanze di propagazione del suono (l'aria secca è un cattivo conduttore del suono rispetto all'aria umida), con un potenziale impatto sui paesaggi sonori dell'habitat. Ciò potrebbe portare a un'interruzione dei paesaggi sonori degli uccelli sotto forma di perdita della cultura vocale, ridotte opportunità di accoppiamento ed estinzione della popolazione locale. Partendo da questo assunto, l’Università dell’Oklahoma ha condotto un’indagine biologica per esaminare come i cambiamenti nell'aridità influenzeranno sia la propagazione del suono che la capacità degli uccelli di contattare con il canto i loro vicini.  Per scoprirlo, i ricercatori hanno simulato una prateria virtuale, popolata di uccelli ugualmente virtuali, a ciascuno dei quali è stato assegnato un territorio prestabilito, dove riposare, muoversi o cantare. Il canto è stato regolato dalle medesime leggi fisiche del mondo reale: ovvero dotato di maggiore forza di propagazione in ambiente umido, minore nell'aria secca.  Infine, i ricercatori hanno calcolato quanti di questi uccelli virtuali avrebbero potuto comunicare con successo con i loro sei vicini più prossimi in diversi scenari climatici.   E’ emerso che in condizioni di siccità un numero significativamente inferiore di individui ha contattato con successo tutti i vicini. Evidente, dunque, che la desertificazione accompagnata da maggiore aridità, può alterare il paesaggio sonoro degli uccelli, in modo tale che la comunicazione vocale non funzioni più efficacemente per l'attrazione del compagno o la difesa del territorio.    Tale simulazione – ha spiegato il biologo Jeremy Ross, e co-autore dello studio - suggerisce che la siccità è una "spada a triplo taglio". Non solo gli uccelli potrebbero cantare di meno e avere difficoltà a far sentire la propria voce, ma potrebbero anche dover dedicare più tempo alla ricerca dell'acqua, dedicando meno tempo alla costruzione del nido e alla ricerca del compagno. Erigere ripari all'ombra o stazioni d'acqua potrebbe supportarli nell’affrontare la siccità, ma non aiuterebbe le loro canzoni a propagarsi come un tempo.

Environmental conditions lead to shifts in individual communication, which can cause cascading effects on soundscape composition

TAG: CAMBIAMENTO CLIMATICO, DESERTIFICAZIONE, UCCELLI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Walter Ricciardi ha esposto un’analisi sui dati oggettivi riguardanti l’aumento delle temperature globali e l’impatto dei gas serra. Biodiversità, ghiacciai e livello del mare, scomparsa di...

A cura di Redazione Vet33

12/07/2024

Il Wwf ha denunciato l’esaurimento delle risorse ittiche del Mediterraneo per il 2024, evidenziando la necessità di un consumo sostenibile. Tra le cause, sovrasfruttamento e crisi climatica

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

In Cambogia salgono così a 7 i casi umani di influenza aviaria H5N1 registrati finora da inizio 2024. In Germania, vicino al confine olandese, è stato invece segnalato un focolaio di influenza...

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

Per il prossimo anno accademico 2024-2025, il Ministero della Salute ha aumentato il fabbisogno di laureati magistrali a ciclo unico in Medicina veterinaria a 1.317 unità, 69 in più rispetto...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Phovia: il sistema che supporta una rapida rigenerazione cutanea per cani e gatti

Phovia: il sistema che supporta una rapida rigenerazione cutanea per cani e gatti

A cura di Vetoquinol

È disponibile in Italia il vaccino contro il Coronavirus Respiratorio Bovino (BCoV) somministrabile ai vitelli al giorno zero per via intranasale

A cura di Redazione Vet33

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top