Login con

Alert sanitari

23 Maggio 2024

West Nile nel Sassarese, Asl: vaccinare cavalli e segnalare volatili morti

L’Asl di Sassari raccomanda la vaccinazione negli equidi, come misura di prevenzione alla malattia, dopo il riscontro di un caso sospetto di West Nile nelle campagne di Valledoria, in località Tamarici

di Redazione Vet33


West Nile nel Sassarese, Asl: vaccinare cavalli e segnalare volatili morti

Dopo che un caso sospetto di West Nile è stato riscontrato in un esemplare di cornacchia grigia nelle campagne di Valledoria, in località Tamarici, l’Asl di Sassari ha raccomandato la vaccinazione di tutti i cavalli e la segnalazione di eventuali volatili morti. Le misure preventive e le disinfestazioni sono fondamentali per controllare la diffusione del virus.


Il caso
Nei giorni scorsi, un caso sospetto di West Nile è stato riscontrato in una cornacchia grigia in località Tamarici, a Valledoria, in provincia di Sassari. Il Dipartimento di Prevenzione veterinaria dell’Asl di Sassari, in attesa della conferma del Centro di Referenza Nazionale di Teramo (CESME), ha raccomandato la vaccinazione dei cavalli e la segnalazione di volatili morti.

“Si chiede, agli allevatori dei cavalli di vaccinare i propri capi e segnalare ai Servizi veterinari della Asl tutti i casi di sintomatologia nervosa riscontrati in questa specie, che devono essere sottoposti ad indagini approfondite per escludere o confermare la WND indipendentemente dall’area geografica dove questi si manifestano” ha raccomandato il Direttore del Dipartimento di Prevenzione veterinaria dell’Asl di Sassari, Franco Sgarangella

La West Nile Disease (WND) è una malattia infettiva trasmessa dalle zanzare, che può causare gravi sintomi neurologici e si mantiene nell’ambiente attraverso il continuo passaggio tra zanzare e uccelli selvatici. Nell’uomo è asintomatica in oltre l’80% dei casi, ma in persone anziane o con immunocompromesse si possono presentare forme più gravi (febbre alta, forti mal di testa, debolezza muscolare, disorientamento, tremori, disturbi alla vista).
In questa fase di sospetto della malattia, è necessario intensificare le attività di rimozione dei focolai larvali e le attività larvicide nei focolai non rimovibili nel territorio, attraverso interventi di disinfestazione ad opera delle amministrazioni comunali e provinciali. Serve inoltre potenziare l’informazione affinché le persone che vivono o lavorano nell’area provinciale interessata adottino le misure di protezione individuale e collaborino alle attività di rimozione dei focolai larvali. I cavalli presenti nelle aree colpite devono essere vaccinati come misura precauzionale.

“Nessun limite viene, invece, imposto per quanto riguarda la movimentazione degli stessi in aree endemiche ma, è opportuno attuare dei programmi di profilassi vaccinale prima di tali spostamenti, soprattutto verso territori dove è stata recentemente dimostrata la circolazione virale” ha precisato il Direttore Sgarangella.

TAG: ASL DI SASSARI, CAVALLI, DISINFESTAZIONE, VACCINAZIONE, VIRUS WEST NILE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/06/2024

Unaitalia ha annunciato la riconferma di Antonio Forlini alla Presidenza per il triennio 2024-2027, con un impegno verso la sicurezza alimentare e il dialogo basato su evidenze scientifiche

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cardiff ha trovato livelli significativi di Pfas nelle lontre, anche se tali sostanze sono state regolamentate, sollevando preoccupazioni sugli impatti...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi hanno segnalato 15 casi di infezioni da Salmonella in 9 diversi Stati americani, con il 60% che coinvolge bambini sotto i 5...

A cura di Redazione Vet33

24/06/2024

La teleradiologia sta trasformando la diagnostica per immagini? Sarà possibile realizzare un futuro di collaborazioni a distanza? Quali carenze restano ancora da colmare? La dottoressa Annalisa...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Felpreva, una svolta nella parassitologia dei pet

Felpreva, una svolta nella parassitologia dei pet

A cura di Vetoquinol

Nessun differimento: per le imprese del settore dei dispositivi medici rimane confermato il termine del 30 aprile per l’invio della dichiarazione concernente le...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top