Login con

Animali da Compagnia

21 Febbraio 2022

Sindrome da separazione: ne soffre un cane su 10

Dopo la pandemia per molti cani sarà più difficile separarsi dai proprietari. La ricerca Dogs Trust


Sindrome da separazione: ne soffre un cane su 10

In tempo di lockdown, possedere un cane e poterlo portare a spasso è divenuto per tanti proprietari – altrimenti costretti tra le pareti domestiche senza possibilità d’appello - un vero momento di svago. Tuttavia, nella fase clou della pandemia non si è riflettuto abbastanza su quanto questa vicinanza inusitata, questa frequentazione assidua come mai prima tra cani e proprietari potesse influire negativamente sugli animali. Ora, invece, le conseguenze si fanno vedere, come dimostra la recente indagine di Dogs Trust, che mette in evidenza comportamenti prima mai registrati nei pets. Dal sondaggio effettuato su 2000 proprietari a maggio e ottobre del 2020 è infatti emerso che il 10% dei cani che in precedenza restava solo senza alcun problema, ha invece sviluppato segni di comportamenti legati alla separazione del post lockdown. Questi alcuni dei nuovi comportamenti più diffusi legati alla separazione (SRB): abbaiare/ululare, camminare su e giù, andare in bagno o distruggere oggetti domestici, atteggiamenti problematici per i proprietari di cani, ma preoccupanti specialmente per il benessere. I dati mostrano che tra il 17% e il 22% dei cani da compagnia sperimenta SRB, tuttavia, in assenza di apparecchiature di registrazione remota può essere difficile sapere cosa stanno facendo davvero i nostri cani quando sono soli, e questo potrebbe essere una sottostima delle cifre reali. Rimane quindi fondamentale riabituare progressivamente gli animali a restare da soli, in modo da recuperare la precedente routine.

TAG: LOCKDOWN, SINDROME DA SEPARAZIONE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Walter Ricciardi ha esposto un’analisi sui dati oggettivi riguardanti l’aumento delle temperature globali e l’impatto dei gas serra. Biodiversità, ghiacciai e livello del mare, scomparsa di...

A cura di Redazione Vet33

12/07/2024

Il Wwf ha denunciato l’esaurimento delle risorse ittiche del Mediterraneo per il 2024, evidenziando la necessità di un consumo sostenibile. Tra le cause, sovrasfruttamento e crisi climatica

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

In Cambogia salgono così a 7 i casi umani di influenza aviaria H5N1 registrati finora da inizio 2024. In Germania, vicino al confine olandese, è stato invece segnalato un focolaio di influenza...

A cura di Redazione Vet33

11/07/2024

Per il prossimo anno accademico 2024-2025, il Ministero della Salute ha aumentato il fabbisogno di laureati magistrali a ciclo unico in Medicina veterinaria a 1.317 unità, 69 in più rispetto...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

A cura di Camon

La specialista europea in assicurazione sanitaria per cani e gatti lancia i suoi servizi anche sul mercato italiano, forte di un round di investimento di 150...

A cura di Santévet

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top