Login con

Alert sanitari

11 Gennaio 2024

Peste suina africana, estesi aiuti per la filiera suinicola

Il Ministro Francesco Lollobrigida ha firmato il Decreto che prolunga il periodo per il quale le imprese danneggiate dalla peste suina africana possono accedere agli aiuti stanziati lo scorso anno. Il fondo è così esteso anche agli allevamenti lombardi

di Redazione Vet33


Peste suina africana, estesi aiuti per la filiera suinicola

Il Ministro dell’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste Francesco Lollobrigida ha firmato il Decreto che sostiene le aziende suinicole colpite dalla Peste suina africana (Psa) estendendo fino al 30 novembre 2023 il periodo per il quale possono essere chiesti aiuti economici da chi ha subito danni a causa del virus. Sale così il numero delle piccole e medie imprese della produzione agricola e del comparto della macellazione e trasformazione che potranno attingere al fondo di oltre 19 milioni di euro stanziato lo scorso settembre.

L’estensione del Decreto
“Ho firmato il decreto per sostenere la filiera suinicola colpita dalla Psa e aiutare gli imprenditori che hanno subito maggiori danni legati al virus” ha dichiarato Lollobrigida. Con l’atto firmato dal Ministro, anche le aziende della Lombardia, regione che vanta ben 5 milioni di capi allevati, potranno presentare istanza di indennizzo entro la prima decade di marzo.
L’assessore lombardo Alessandro Beduschi si è detto molto soddisfatto poiché il Decreto arriverà a supportare anche gli allevatori del pavese, pesantemente colpiti dai danni indiretti causati dalla Psa.

“Estendendo gli effetti del precedente Decreto sulla Psa agli eventi accaduti dopo il 31 luglio 2023 il Governo comprende anche la provincia di Pavia, dove a causa delle misure sanitarie di prevenzione gli allevatori hanno subito il blocco della movimentazione di animali e carni, che inevitabilmente ha interessato, penalizzandoli, anche gli operatori dei macelli e della trasformazione” ha dichiarato Beduschi. “Per un graduale ritorno alla normalità è necessario continuare a mettere in atto tutte le misure di prevenzione contro la Peste Suina. La politica fa la sua parte, ma il mio appello va a tutta la filiera, perché si continuino a rispettare scrupolosamente le misure di biosicurezza”.

CITATI: ALESSANDRO BEDUSCHI, FRANCESCO LOLLOBRIGIDA
TAG: MASAF, PAVESE, PESTE SUINA AFRICANA, PSA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, REGIONE LOMBARDIA, SUINI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Uno studio compiuto da diversi ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia-Romagna dimostra una diffusa presenza di ...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

In Brasile i casi segnalati da inizio 2024 hanno superato il milione. Sabato 02 marzo è previsto un “D-Day” per informare la popolazione su come difendersi...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Il Gruppo di lavoro sul Benessere Animale della World Veterinary Association ha pubblicato un Documento con le indicazioni per la gestione e il controllo di...

A cura di Redazione Vet33

01/03/2024

Un libro che si concentra sui problemi specifici del tratto digerente del gatto con un approccio fortemente clinico, ma senza dimenticarsi dei contributi delle...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Canahelp, un nuovo  alimento complementare con farina di canapa

Canahelp, un nuovo alimento complementare con farina di canapa

A cura di Camon

Vetoquinol, oggi uno dei primi 10 laboratori farmaceutici veterinari a livello mondiale, lavora da 90 anni a fianco di veterinari, allevatori, proprietari ed...

A cura di Vetoquinol

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top