Login con

One Health

21 Novembre 2023

Antimicrobici, livello più basso di sempre in Europa nell’uso veterinario

Secondo i dati di 25 Paesi, le vendite complessive di antibiotici veterinari sono diminuite del 53% tra il 2011 e il 2022, raggiungendo il livello più basso mai registrato in Europa. Lo dicono i dati di un rapporto dell’Ema

di Redazione Vet33


Antimicrobici, livello più basso di sempre in Europa nell’uso veterinario

I Paesi europei hanno ridotto in modo considerevole le vendite di antibiotici ad uso veterinario, riducendo il rischio di resistenza dei batteri nelle persone e negli animali. Questo è uno dei principali dati contenuti nel tredicesimo rapporto annuale sulla sorveglianza europea del consumo di antimicrobici ad uso veterinario 2009-2023 (Esvac)


Le vendite di antibiotici in ambito veterinario
Le vendite complessive di antibiotici ad uso veterinario sono diminuite del 53% tra il 2011 e il 2022, raggiungendo il livello più basso mai registrato in Europa. Nello stesso periodo, le vendite per uso veterinario di classi di antibiotici considerate di fondamentale importanza nella medicina umana sono anch’esse diminuite notevolmente: le vendite di cefalosporine di terza e quarta generazione sono calate del 49%, quelle di polimixine dell’81%, quelle di fluorochinoloni del 25% e quelle di altri chinoloni del 90%.
Anche se tutti gli antibiotici dovrebbero essere utilizzati con prudenza e responsabilità, così da preservarne l’efficacia, di questi è particolarmente importante ridurre il potenziale rischio per la salute pubblica, come indicato nella categorizzazione dell’Antimicrobial Advice ad hoc Expert Group (Ameg)

“La raccolta di dati sulle vendite di antimicrobici ad uso veterinario è stata fondamentale per definire le iniziative politiche, valutare l’impatto delle misure attuali e fissare obiettivi che contribuiscano a contrastare l’emergere della resistenza antimicrobica” ha affermato Ivo Claassen, responsabile della Divisione Medicinali Veterinari dell’Ema.

Il progetto Esvac
L’Ema monitora le vendite di antimicrobici veterinari in Europa attraverso il progetto Esvac dal 2009, quando 9 Paesi europei si offrirono volontari per fornire dati sulle proprie vendite di antimicrobici veterinari. Il numero dei partecipanti al progetto è poi progressivamente aumento fino ai 31 del 2022.
L’Esvac ha permesso di raccogliere dati affidabili sugli antimicrobici venduti per uso animale, fornendo informazioni ai Paesi partecipanti sull’impatto delle loro misure per promuovere un uso prudente e fissando obiettivi per ridurne il consumo negli animali. Il progetto è una storia di successo europea caratterizzata da impegno e una forte collaborazione. Il concetto Esvac è stato anche integrato nella legislazione dell’Ue, rendendo la raccolta dei dati obbligatoria per tutti i paesi dell’Unione, non solo per le vendite di medicinali veterinari antimicrobici ma nei prossimi anni anche per l’uso degli antimicrobici negli animali. Il primo report con i dati di vendita e utilizzo del 2023 sarà pubblicato nel 2025.
L’ultimo rapporto Esvac include, inoltre, informazioni sui progressi compiuti verso gli obiettivi fissati nella strategia Farm to Fork della Commissione europea per ridurre la vendita di antimicrobici per animali d’allevamento e acquacoltura nell’Ue. Nel 2022, i 27 Stati membri dell’Ue hanno raggiunto poco più della metà dell’obiettivo di riduzione del 50% fissato per il 2030 rispetto al 2018, dimostrando che sono sulla strada giusta.

CITATI: IVO CLAASSEN
TAG: AMR, ANTIBIOTICO RESISTENZA, ANTIMICROBICI, ESVAC, FARM TO FORK, RESISTENZA ANTIMICROBICA, UNIONE EUROPEA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Due pazienti provenienti da Brasile e Cuba sono risultati positivi al virus Oropouche, grazie a un test diagnostico innovativo che è stato sviluppato dall’Ospedale Sacco di Milano. A livello...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

L’accesso al primo livello dirigenziale del Sistema Sanitario Nazionale dei medici veterinari convenzionati è stato proposto come ordine del giorno in Senato

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Un’ indagine Coldiretti/Ixè rivela che sono in aumento gli italiani proprietari di animali che quest’anno viaggeranno con i propri pet. Gli agriturismi si confermano tra le strutture più...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Si è definitivamente insediato il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia: Barreca Presidente, Licitra Vicepresidente, Di Gaudio Direttore Generale per il...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Pralinery, una nuova linea di snack a base di carne di suino

Pralinery, una nuova linea di snack a base di carne di suino

A cura di Camon

Nessun differimento: per le imprese del settore dei dispositivi medici rimane confermato il termine del 30 aprile per l’invio della dichiarazione concernente le...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top