Login con

Cani

24 Novembre 2022

Un inibitore del gene PI3K contro un cancro canino molto aggressivo

L'Università della Pennsylvania sta studiando un nuovo trattamento per rallentare la diffusione di un cancro canno devastante: l'emangiosarcoma splenico metastatico 


Un inibitore del gene PI3K contro un cancro canino molto aggressivo

La School of Veterinary Medicine dell'Università della Pennsylvania ha attivato uno studio per determinare se il principio attivo copanlisib (già utilizzato in chemioterapia) possa prolungare i tempi di sopravvivenza dei cani con un cancro aggressivo come l'emangiosarcoma e quali siano i margini di sicurezza del trattamento. Lo studio parte dalla scoperta che circa il 50% di tutti i casi di emangiosarcoma splenico canino contiene una mutazione nel gene PI3K. Il copanlisib  funzionerebbe proprio come inibitore del gene PI3K così da rallentare la crescita delle cellule tumorali. Lo studio prevede uno schema di dosaggio incrementale per determinare quale sia il più efficace e il meglio tollerato. Ad ogni paziente verrà assegnata  - una volta alla settimana per tre settimane (la quarta sarà di riposo) - una dose specifica di copanlisib. Questo ciclo verrà ripetuto per quattro volte. Alla fine dei quattro cicli, i pazienti avranno 5 visite di follow-up durante il primo anno per determinare se vi siano recidive. 

Requisiti per partecipare allo studio

Perché i pazienti possano essere sottoposti ai quattro cicli devono possedere requisiti precisi:

  • L’emangiosarcoma deve essere limitato alla milza, che – prima dello studio – dovrà essere trattata con rimozione chirurgica.
  • Nessuna evidenza di malattia metastatica deve essere presente
  • Il peso del paziente deve essere di almeno 10 kg (22 libbre)
  • Il numero di globuli rossi deve essere adeguato
  • Il soggetto non deve contemporaneamente essere in trattamento oncologico (chemioterapia o farmaci o integratori alternativi / olistici)
  • Non devono essere presenti altri problemi di salute, in grado di mettere a repentaglio la vita del paziente (come per esempio, malattie renali, epatiche o cardiache o problemi di coagulazione del sangue).

TAG: COPANLISIB, EMANGIOSARCOMA CANINO, GENE PI3K, MILZA, UNIVERSITY OF PENNSYLVANIA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Due pazienti provenienti da Brasile e Cuba sono risultati positivi al virus Oropouche, grazie a un test diagnostico innovativo che è stato sviluppato dall’Ospedale Sacco di Milano. A livello...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

L’accesso al primo livello dirigenziale del Sistema Sanitario Nazionale dei medici veterinari convenzionati è stato proposto come ordine del giorno in Senato

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Un’ indagine Coldiretti/Ixè rivela che sono in aumento gli italiani proprietari di animali che quest’anno viaggeranno con i propri pet. Gli agriturismi si confermano tra le strutture più...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Si è definitivamente insediato il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia: Barreca Presidente, Licitra Vicepresidente, Di Gaudio Direttore Generale per il...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

ÆquilibriA, per ridurre lo stato ansioso del cane e del gatto

A cura di Camon

Da un recente rapporto Fediaf, ecco la stima di animali da compagnia presenti in Europa. In Italia non solo cani e gatti: c’è pure una forte affezione per...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top