Login con

Alert sanitari

17 Marzo 2022

Influenza aviaria, diramato il piano nazionale di sorveglianza

Il Ministero della salute ha diramato il “Piano nazionale di sorveglianza per l’Influenza aviaria anno 2022” redatto in collaborazione con il Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza aviaria presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe).


Attuato in funzione dei criteri contenuti nell’Allegato II del Regolamento Delegato (UE) 2020/689 della Commissione, il programma nazionale per i virus dell'influenza aviaria (AI) nel pollame domestico propone una sorveglianza mirata basata sui rischi (SBR). In quest’ottica, l’approccio SBR è tripartito, in quanto si fonda su un’analisi delle linee guida, dei criteri e dei fattori di rischio; sullo sviluppo di una matrice di rischio; sulla definizione di provincie a rischio di AI.

Province ad alto rischio

Tra le province ad alto rischio di introduzione e diffusione del virus di influenza aviaria, il piano elenca in:
- Emilia Romagna, le province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena e Ravenna;
- Lombardia, le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova;
- Piemonte, la provincia di Cuneo;
- Veneto, Padova, Rovigo, Venezia, Verona e Vicenza.

Province a medio rischio

Rischio di entità media, viene invece identificato in:

- Friuli-Venezia-Giulia, nelle province di Pordenone e Udine;
- Lazio, in provincia di Viterbo;
- Umbria, per quanto attiene alle province di Perugia e Terni;
- Veneto, in provincia di Treviso.
In generale, sono stati considerati a maggior rischio d’introduzione gli allevamenti, specialmente quelli free-range, ubicati nelle aree di svernamento del germano reale.

Test di controllo

Nell’ambito del programma, la sorveglianza verrà esercitata su:

a) galline ovaiole;
b) galline ovaiole free-range;
c) polli riproduttori;
d) tacchini da carne;
e) tacchini riproduttori;
f) quaglie riproduttori;
g) faraone riproduttori;
h) anatre da carne;
i) anatre riproduttori;
j) oche da carne;
k) oche riproduttori;
l) selvaggina da penna (gallinacei) sia riproduttori che adulti;
m) ratiti

Il piano riporta, per ogni categoria di produzione avicola, e sulla base del livello di rischio attribuito alle varie Regioni, le modalità secondo cui verrà effettuato il campionamento.

Con l'entrata in vigore del Regolamento Delegato (UE) 2020/689, il Laboratorio Europeo di Riferimento per l'Influenza Aviaria (EURL-IA), ha reso disponibile sul proprio sito  informazioni e chiarimenti su procedure, prelievo dei campioni e lettura dei referti

TAG: AVIARIA, INFLUENZA AVIARIA, MINISTERO DELLA SALUTE, PIANO NAZIONALE DI SORVEGLIANZA PER L'INFLUENZA AVIARIA 2022

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Linkedin! Seguici su Facebook!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito veterinario, iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Due pazienti provenienti da Brasile e Cuba sono risultati positivi al virus Oropouche, grazie a un test diagnostico innovativo che è stato sviluppato dall’Ospedale Sacco di Milano. A livello...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

L’accesso al primo livello dirigenziale del Sistema Sanitario Nazionale dei medici veterinari convenzionati è stato proposto come ordine del giorno in Senato

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Un’ indagine Coldiretti/Ixè rivela che sono in aumento gli italiani proprietari di animali che quest’anno viaggeranno con i propri pet. Gli agriturismi si confermano tra le strutture più...

A cura di Redazione Vet33

17/07/2024

Si è definitivamente insediato il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia: Barreca Presidente, Licitra Vicepresidente, Di Gaudio Direttore Generale per il...

A cura di Redazione Vet33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Da Camon 4 nuovi prodotti  per il relax e il trasporto dei gatti

Da Camon 4 nuovi prodotti per il relax e il trasporto dei gatti

A cura di Camon

Forma, colore e dimensione: se il padrone non apprezza si rischia il flop. Ecco quali caratteristiche devono avere le crocchette per cani per essere...

chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Registrazione Tribunale di Milano n° 5578/2022 del 5/05/2022

Top